Serie C: Crisi Irtet. Il Casapulla travolto a domicilio dal Mugnano.

Irtet Bk Casapulla – Bk Mugnano 38-52

Brutta sconfitta per l’Irtet Casapulla che cade sul legno del PalaVignola con Mugnano e incamera la quinta sconfitta consecutiva.

Si parte in un clima di grande commozione, vista la decisione della Federbasket di estendere anche ai suoi tornei il minuto di raccoglimento per la prematura scomparsa del difensore della Fiorentina e della Nazionale di calcio Davide Astori, ma più che gli animi cupi sembrano più gli strascichi del Burian a stazionare nell’impianto della Saint Gobain. Sì perché, dopo l’apertura delle danze da parte di Angelino (che però spende subito due falli), entrambi i team non trovano praticamente mai la via del canestro, tirando con percentuali a dir poco ‘siberiane’. Guastaferro impatta subito la contesa, ma il Casapulla fallisce tanto, sia tiri aperti che da sotto ed ha soprattutto un imbarazzante ruolino di marcia dalla lunetta (0/6 nel primo quarto e 2/12 a fine match). Vaccaro e l’ingresso De Gregorio si rivelano decisivi per il primo allungo ospite, mentre Olivetti marca l’altro cesto dei padroni di casa. Al primo pit stop si va su un ‘minicestistico’ 4-8, ma nel periodo seguente l’Irtet alza finalmente i ritmi: Avella trova in vernice il varco giusto, mentre Damiano e Guastaferro griffano il sorpasso (10-8 al 12’) e l’inerzia sembra essere tutta gialloviola. I partenopei giocano molto per gli interni, falliscono numerose chance di impattare e sono molto farraginosi in attacco. Il Casapulla però non ne approfitta e – dopo essere tornato sotto – rimette il naso avanti con Damiano (12-11). Nessuna delle compagini brilla ed il run-and-gun non dà frutti. L’Irtet limita con la zona le bocche da fuoco ospiti e con Nacca e Guastaferro va al massimo vantaggio (16-13, -1’18”), facendosi quasi riprendere dai liberi di Vaccaro e Pascarelli prima della pausa lunga.

Graziata dai tanti sbagli a cronometro fermo dei gialloblu di coach Olivo, Casapulla entra in campo scarica. Angelino segna 5 punti (con una tripla) nel primo minuto e mezzo, D’Aiello risponde e con Nacca impatta quota 20 mezzo giro di lancette dopo. Lo spartiacque della gara è però questo, perché l’Irtet sparisce di fatto dal campo: tantissime forzature, altrettante palle perse e una difesa che non regge l’urto del Mugnano, cadendo sotto i colpi degli scatenati Angelino e De Gregorio (20-29, -3’50”). Coach Monteforte richiama gli starters e si affida ai più giovani; Mastroianni risponde alla grande e tiene in piedi da solo la baracca con 2/3 dai 6,75 e 8 punti complessivi, ma D’Angelo e una bomba di Del Duca valgono il vantaggio in doppia cifra, prima del buzzer beater di fine quarto del figlio d’arte casapullese che vale il 28-35 del 30’. Due canestri in fila di D’Angelo aprono la frazione conclusiva, Olivetti predica nel deserto, ma è un monologo mugnanese. Vaccaro e ancora D’Angelo (3/3 ai liberi) concretizzano la fuga, mentre Angelino certifica la disfatta dei locali con altri 6 punti. D’Aiello rimpingua lo score a buoi ormai scappati, mentre l’under Delli Paoli si comporta egregiamente, realizzando i primi punti della stagione da senior e soprattutto è l’unico casapullese a centrare il bersaglio dalla lunetta.

 

IRTET CASAPULLA

Di Lorenzo, Mastroianni 8, Guastaferro 6, Olivetti 6, Del Vaglio, Delli Paoli 2, Tartaro, Damiano 4, Nacca 4, Avella 2, Lillo, D’Aiello 6. All. Monteforte

BASKET MUGNANO

Verde, Sarnataro 3, Vaccaro 8, Cotena, Angelino 18, Pascarelli 1, Civita, Del Duca 5, Montanino, De Gregorio 8, D’Angelo 9, Barone. All. Olivo

ARBITRI: Sabatino e Sacco di Salerno.

PARZIALI: 4-8, 16-15, 28-35.

Michele Falco

Ufficio stampa Basket Casapulla

Sii il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*